Modena City Ramblers – Contessa (testo)

———————————————— Testo. “Che roba contessa all’industria di Aldo han fatto uno sciopero quei quattro ignoranti volevano avere i salari aumentati dicevano, pensi, di essere sfruttati.

Modena City Ramblers – Pagina di raccordo – Canzoni e testi

———————————————— ———————————————— I Modena City Ramblers (noti anche nella forma abbreviata MCR) sono un gruppo musicale italiano nato nel 1991. Autodefiniscono il loro genere musicale come combat folk, dichiarando sin dall’esordio un amore incondizionato per il folk irlandese, le cui sonorità rimangono anche dopo l’influenza di altri generi, in particolare il rock con contaminazioni punk. …

Modena City Ramblers (feat. Francesco Guccini) – Auschwitz (testo)

———————————————— “Son morto con altri cento son morto ch’ero bambino passato per il camino e adesso sono nel vento.

Modena City Ramblers – El Presidente (testo)

———————————————— “Non si fanno conti in tasca (money) a El Presidente è una storia già sentita (mentira) e poi non è importante le lobby e gli interessi (offshore) sono un’invenzione di quei giornalisti (audience) e dell’opposizione

Modena City Ramblers – Primo potere (testo)

———————————————— “Un tempo nella storia nasceva il capitale il commercio era la porta il petrolio la sua chiave il dollaro saliva mentre Nixon sorrideva e dalla guerra fredda un nuovo esercito cresceva

Modena City Ramblers – Macondo Express (testo)

———————————————— “Il treno corre forte si divora la foresta ay madre! Está llegando un tren de extraños pasajeros il circo arriva in piazza ed il villaggio si risveglia y todo el mundo sale para dar la bienvenida

Modena City Ramblers – La banda del sogno interrotto (testo)

———————————————— “A Palermo nel cuore del centro c’è un’antica focacceria davanti alla chiesa di San Francesco si ritrovano sempre lì seduti al tavolo che fu di Sciascia a bere Heineken e caffè sono la banda del sogno interrotto di una Sicilia che non c’è

Modena City Ramblers – Ahmed l’ambulante (testo)

———————————————— “Quaranta notti al gelo sotto un portico deserto ho venduto orologi alle stelle Ashiwa dea della notte vieni a coprirmi d’oro ho braccialetti finti ed un anello per ogni mano ma nessuna moglie.

Modena City Ramblers – Ninnananna (testo)

———————————————— “Camminavo vicino alle rive del fiume nella brezza fresca degli ultimi giorni d’inverno e nell’aria andava una vecchia canzone e la marea danzava correndo verso il mare.

Modena City Ramblers – In un giorno di pioggia (testo)

———————————————— “Is è mo laoch, mo ghile mear Is è mo Shaesar ghile mear Ni fhuras fein aon tsuan as sean o chuaigh i gcein mo ghile mear

Modena City Ramblers – I cento passi (testo)

———————————————— “Nato nella terra dei vespri e degli aranci tra Cinisi e Palermo parlava alla sua radio negli occhi si leggeva la voglia di cambiare la voglia di Giustizia che lo portò a lottare aveva un cognome ingombrante e rispettato di certo in quell’ambiente da lui poco onorato

Modena City Ramblers – L’unica superstite (testo)

———————————————— Testo. “A Bettola stava scendendo la sera e Lilli era pronta per andare a dormire birocciai e sfollati per il coprifuoco ritornavano a cercare un riparo era il ’44 sui monti di Reggio la notte di San Giovanni la ronda ha scoperto tre partigiani venuti per distruggere il ponte

Modena City Ramblers – Il ritorno di Paddy Garcia (testo)

———————————————— Testo. “E’ stato visto sul confine tra Quemado e Santa Rosa sui sentieri che costeggiano il Rio Grande Col suo cavallo marrone e il suo fucile sottobraccio cavalcava veloce come il vento

Modena City Ramblers – I funerali di Berlinguer (testo)

———————————————— Testo. “Un popolo intero trattiene il respiro e fissa la bara sotto al palco e alla fotografia la città sembra un mare di rosse bandiere e di fiori e di lacrime e di addii

Modena City Ramblers – Canto di Natale (testo)

———————————————— “Signora dei vicoli scuri dal vecchio cappotto sciupato asciugati gli occhi e sorridi c’è un altro Natale alle porte non senti le grida e le voci e qualcosa di strano nell’aria anche i muri ingrigiti dei vicoli splendono sotto la luna

Modena City Ramblers – Natale a San Cristóbal (testo e traduzione in inglese)

———————————————— “Hanno ucciso a San Cristóbal lo dice la radio e lo dicono le sirene che vanno e vengono sono morti Pepe e Carlos e la mamma di Amaris di fianco a dona Francisca e José è volato via

Modena City Ramblers – Il giorno che il cielo cadde su Bologna (testo)

———————————————— Testo. “La sorella di Franco partiva per il mare lo zaino, il sacco a pelo e centomila lire E fu all’angolo di Via Irnerio che sentì l’esplosione poi nel sole del mattino vide il volo cieco di un piccione

Modena City Ramblers – Quarant’anni (testo)

———————————————— “Ho quarant’anni, qualche acciacco troppe guerre sulle spalle troppo schifo per poter dimenticare ho vissuto il terrorismo stragi rosse, stragi nere aereoplani esplosi in volo e le bombe sopra i treni

Modena City Ramblers – Transamerika (testo)

———————————————— “Sei partito alla grande con Alberto e con la moto siam venuti tutti quanti a salutarvi con un augurio, un abbraccio una risata e una bottiglia e le ragazze una lacrima ed un bacio

Modena City Ramblers – Remedios la bella (testo)

“Era nata racchiusa in un raggio di sole e in un volo di farfalle dorate e i suoi occhi di brace e i capelli d’argento illuminavano la notte antillana l’indovino diceva che Remedios la bella era un dono mandato dal cielo dopo anni di fame e di schiene piegate per la gente di Santa Maria.