Roberto Vecchioni – L’uomo che si gioca il cielo a dadi (testo)

———————————————— Testo. “Chi guarda dalla strada, non ci crederebbe mai Io vado a letto adesso e tu sei in piedi dalle sei Tu stai pescando e io stanotte ho amato chissà chi Ho la camicia fuori e sono qui

Roberto Vecchioni – I poeti (testo)

———————————————— Testo. “I poeti son giovani e belli e portano in cuore la luce del sole e un canto d’uccelli e la strada del borgo natio la pioggia sui tetti la povera gente amata da Dio.

Roberto Vecchioni – Pagina di raccordo – Canzoni e testi

———————————————— ———————————————— Roberto Vecchioni (Carate Brianza, 25 giugno 1943) è un cantautore, paroliere, scrittore, poeta italiano. Ha vinto alcuni dei premi e dei festival più importanti della musica italiana: il Premio Tenco nel 1983, il Festivalbar nel 1992, il Festival di Sanremo e il Premio Mia Martini della critica nel 2011; ha vinto inoltre il …

Roberto Vecchioni (feat. Francesco Guccini) – Ti insegnerò a volare (Alex) (testo)

———————————————— “La stanza ad Indianapolis è buia ma ricordo ricordo il tuono e il pubblico e un universo sordo poi che mi vien da ridere e faccio per alzarmi che oggi devo correre e sto facendo tardi poi che mi guardo e vedo ma ci son le stelle fuori e un mare di colori

Roberto Vecchioni – Pani e pesci (testo)

———————————————— “E Cesare tirò la sua moneta in aria venne croce e disse sì e si riempì di gloria

Roberto Vecchioni – Voglio una donna (testo)

———————————————— Testo. “Una canzone di Natale che le prenda la pelle e come tetto solo un cielo di stelle abbiamo un mare di figli da pulirgli il culo che la piantasse un po’ di andarsene in giro la voglio come Biancaneve coi sette nani noiosa come una canzone degli Inti Illimani

Roberto Vecchioni – Stranamore (Pure questo è amore) (testo)

———————————————— “E’ lui che torna a casa sbronzo quasi tutte le sere e quel silenzio tra noi due che sembra non finire quando lo svesto, lo rivesto e poi lo metto a letto e quelle lettere che scrive e poi non sa spedirmi forse lasciarlo sulle scale è un modo di salvarmi

Roberto Vecchioni – Sette meno uno (il cane, la volpe, la civetta, il fagiano, il cavallo, il falco) (testo)

———————————————— “Sette cavalieri sette giacche rosse sette cani neri come pensieri e le loro donne hanno sette gonne sette gli stallieri amati ieri suona cupo il corno manca un dito al giorno e a giocar la sorte di una volpe

Roberto Vecchioni – Ippopotami (testo)

———————————————— “Gli ippopotami vivono e sono molto contenti a fotografarli mostrano tutti i denti e dimenano i sederi oggi molto più di ieri gli ippopotami ti sorridono volentieri

Roberto Vecchioni – Horses (testo)

———————————————— “Ad un cavallo piccolo com’ero io sembrava di volare tra i versi lunghi del vento e mossa la mia criniera la sua era tutta d’argento

Roberto Vecchioni – La stazione di Zima (testo)

———————————————— “C’è un solo vaso di gerani dove si ferma il treno e un unico lampione che si spegne se lo guardi e il più delle volte non c’è ad aspettarti nessuno perché è sempre troppo presto o troppo tardi

Roberto Vecchioni – Pesci nelle orecchie (testo)

———————————————— “A parte che nel mare c’era gente insospettabile persino gli idealisti ci nuotavano benissimo e poi cambiavo pelle e non sapevo e non capivo che andarci dentro è facile tornare no e quanti pesci nelle orecchie adesso ho

Roberto Vecchioni – La gallina Maddalena (testo)

———————————————— “Venne con la luna rossa venne con la luna piena dalle ceneri di Gramsci democratica e serena mangia mangia per la strada si credette faraona e fu invece solamente la gallina Maddalena

Roberto Vecchioni – La farfalla giapponese (testo)

———————————————— “Questa grande farfalla giapponese che ho in casa questa grossa donna cortese che fa la spesa e il tuo sorriso appena andato via e già dimenticato malinconia

Roberto Vecchioni – Sabato stelle (testo)

———————————————— “Il tempo d’essere un equilibrista e per entrare aprire una finestra e mentre ho quattro piani sotto i piedi tu dal tuo letto salti su e mi chiedi

Roberto Vecchioni – Aiace (testo)

———————————————— “E non sembravi nemmeno più quello che dalle porte Scee guardando il cielo gridava a Dio con tutta la sua voce – Sterminaci se vuoi ma nella luce –

Roberto Vecchioni – Il mago di Oz (testo)

———————————————— “(E quando venne il ciclone Dorothy perse la sua casa E quando venne il ciclone Dorothy perse la sua casa E quando venne il ciclone Dorothy perse la sua casa)

Roberto Vecchioni – Euridice (testo)

———————————————— “Morirò di paura a venire là in fondo maledetto padrone del tempo che fugge del buio e del freddo

Roberto Vecchioni – Gaston e Astolfo (La vera storia di) (testo)

———————————————— “Partiamo partiamo partiamo partite partiamo partiamo partiamo partite evviva bambini ci son le crociate