“Ruggero corre nel parto è spensierato saltando percorre gli orti i suoi amici morti i suoi amici morti